Percorso > Home > Webzine > Musica

Musica

Separatore grafico
Separatore grafico
3a edizione del ''Campus della Musica'' all'Opera di Firenze
[ 17-09-2016 ]

Far diventare Firenze un nuovo polo della musica emergente in Italia: è questo l'obiettivo di Campus della Musica, il progetto ideato da Claudio Fabi e Carmen Fernàndez che dal 2014 si occupa di formazione, promozione, produzione e condivisione del talento musicale. La terza edizione, patrocinata dal Comune di Firenze e inserita nella programmazione dell'Estate Fiorentina 2016, si svolgerà sabato 17 e domenica 18 settembre al Teatro dell'Opera.

"Il Campus della Musica sta crescendo in qualità, anno dopo anno, ponendo sempre attenzione sui giovani per farli entrare in diretto contatto con la musica e i suoi autori - ha dichiarato la presidente della Commissione Cultura Maria Federica Giuliani presentando la manifestazione a Palazzo Vecchio - il Campus, però, è un regalo per tutta la città di Firenze, perché la musica è qualcosa di importante per ognuno di noi, accompagna e scandisce la nostra vita, fa scattare le grandi aree del nostro cervello, attiva il talento ed è persino terapeutica".

Cosa accadrà durante la due giorni di Campus? Il Teatro dell'Opera ospiterà un programma ricco di incontri, workshop e concerti, per mettere in contatto giovani artisti emergenti con grandi professionisti della musica italiana; si confermerà, quindi, come una vera e propria fucina di nuove proposte musicali, dove si creeranno occasioni di incontro, spazi aperti di condivisione, confronti per crescere nella propria esperienza e creare fermento musicale. Una formula decisamente vincente, stando ai numeri registrati nei primi due anni di vita del Campus: 2.187 uditori, 1.157 partecipanti iscritti, 73 concerti. E l'edizione 2016 confermerà la sua tendenza positiva, grazie anche alla presenza di importanti big della musica italiana: Renzo Arbore, Marlene Kuntz, Niccolò Fabi, Marco Masini, Mauro Pagani, Alberto Fortis, gli organizzatori Massimo Gramigni e Claudio Bertini, il giornalista Ernesto Assante.

Formula vincente non si cambia, quindi. Ma si potenzia. Importanti saranno, infatti, le novità dell'edizione 2016 e una di queste sarà la presentazione del primo volume della compilation del Campus della Musica con all'interno i progetti originali di 12 giovani artisti, sviluppati dentro il Campus. "Questa compilation racconta 12 artisti e i loro repertori di alta qualità - ha spiegato il direttore artistico Claudio Fabi - con questi ragazzi abbiamo svolto un grande lavoro per definire al meglio la loro identità. È un prodotto di cui vado molto fiero, perché dimostra che il nostro obiettivo è stato raggiunto: creare una fucina di talenti, più o meno emergenti, e raccoglierne il lavoro. Non solo - ha aggiunto Fabi - questa compilation è anche un esempio di come si dovrebbe lavorare: attraverso la coesistenza e la progettualità musicale, attraverso la creazione di un punto di incontro".

Altra importante novità è l'accordo con l'Accademia della Crusca e la Siae per la creazione del "Premio cantautore emergente in lingua italiana" che verrà assegnato ogni anno al progetto di nuovo cantautorato più interessante: l'obiettivo, spiegato da Carmen Fernàndez, è "promuovere e diffondere il cantautorato in una lingua, l'italiano, che è un valore da tutelare, contro la tendenza di molti artisti a scrivere in inglese".

Un altro accordo rappresenta la terza, importante, novità dell'edizione 2016 di Campus della Musica, ovvero quello con la Fondazione Robert Fitzgerald Kennedy volto a creare uno spazio permanente nel Campus dedicato ai musicisti di Paesi in conflitto o in situazioni di difficoltà interne. Un progetto che va incontro a quelli che sono gli stessi valori del Campus, come ricordato dalla Fernàndez , ovvero "la condivisione, la tolleranza e la non competizione"; uno spazio che vuole trasmettere ai musicisti emergenti la forza e l'importanza della musica come strumento di coesione, di superamento personale e collettivo, come volano per la ricerca della pace. L'auspicio espresso dalla direttrice operativa è anche quello di portare a Firenze fin dalla prossima edizione di Campus della Musica, alcuni musicisti che si sono distinti per il loro impegno nel sociale "come Bono Vox, Annie Lennox o, restando in Italia, lo stesso Claudio Baglioni". 

Nella due giorni, inoltre, ci sarà anche spazio per la presentazione dei Campusini 2016: quattordici tra cantanti solisti, band e musicisti scelti per questa edizione del Campus, entrati già a far parte del suo programma e incorporati al gruppo di artisti con i quali il Campus lavora da anni. 

Tante, poi, saranno le occasioni per imparare, crescere, arricchirsi e condividere queste giornate con prestigiosi professionisti legati al mondo della musica. Questo avverrà grazie anche ai workshop “Coerenza in scena: l’assonanza tra corpo e parola come strumento di comunicazione” e “Collaborare con i tecnici del suono nelle performance live. Soundcheck e mix del palco”: il primo diretto da Alessandra Niccolini, il secondo da Andrea Pellegrini. Insieme a loro anche Stefania Scarinzi con il workshop “La voce, uno strumento delicato: come utilizzarlo adeguatamente”, e Luigi Gagliardi con il workshop “Affrontare il palco: tecniche di rilassamento, respirazione e concentrazione”, mentre i promoter Massimo Gramigni e Claudio Bertini racconteranno insieme a Ernesto Assante il loro punto di vista sulla musica dal vivo in Italia. Al Campus troveranno spazio anche i programmi Genius, attività in cui professionisti esperti, di accreditata esperienza, si propongono gratuitamente e offrono supporto ai partecipanti su argomenti quali: comportamento posturale, presenza scenica, nutrizione e performance, comunicazione non verbale e intenzionalità della comunicazione, communication design, videomaking, fotografia artistica, digital marketing, software musicale e home recording, tecniche di rilassamento, respirazione e concentrazione.

Sarà possibile partecipare al Campus in due differenti modalità: come uditori o come partecipanti. Ai primi, ai quali non è richiesta una presenza costante nei 2 giorni, sarà richiesto un contributo di 5 € per una giornata e di 8 € per entrambe; per i secondi, i partecipanti, l'iscrizione sarà gratuita, ma la gratuità sarà vincolata all'obbligo di frequenza durante tutta la giornata/e. 

Per maggiori info e iscrizioni: www.campusdellamusica.com - www.facebook.com/campusdellamusica

di Alessandra Toni 

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)