Mercoledì 24 Maggio 2017
Percorso > Home > Webzine > Musica

Musica

Separatore grafico
Separatore grafico
Amici della Musica: ''Building Bridges'', tre giovani pianisti in concerto al Teatro Niccolini
[ 21-09-2016 ]

L'attività degli Amici della Musica riparte con “Settembre Musica”, una serie di concerti ravvicinati (inseriti fra le manifestazioni dell’Estate Fiorentina 2016 promossa dal Comune di Firenze) che fa da preludio alla Stagione vera e propria annunciandone già alcuni caratteri. Come l’attenzione per i giovani talenti musicali, espressa da “Building Bridges”, progetto promosso dal pianista András Schiff, che per proporlo ha scelto Firenze assieme a Berlino, New York, Francoforte e Zurigo: una piattaforma per lanciare nella realtà della carriera professionale musicisti che hanno già terminato gli studi e si sono distinti in importanti concorsi. Per gli Amici della Musica di Firenze, associazione alla quale è legato da una storica consuetudine, Schiff ha scelto tre pianisti di diverse nazionalità, che riveleranno le loro doti in programmi particolarmente vari e individuati in base alle caratteristiche interpretative di ciascuno di loro. S’inizia Mercoledì 21 Settembre, al Teatro Niccolini (ore 21), con l’americano Michael Brown, originario di New York, formatosi alla Juilliard School, e vincitore dell’Avery Fisher Career Grant 2015. Attivo anche come compositore, questo “giovane visionario del pianoforte”, nelle parole del New York Times, si è già esibito alla Carnegie Hall, alla Wigmore Hall, al Louvre, ai festival di Marlboro e di Ravinia e in tutti gli Stati Uniti. La sua versatile personalità si riflette in programmi concertistici che spesso intrecciano i classici con partiture contemporanee o proprie composizioni: così accadrà nel suo recital fiorentino, una sorta di omaggio all’arte di Bach che abbina il raro Mendelssohn impensabile autore dei Preludi e Fughe op.35 a Constellations and Toccata che lo stesso Brown ha composto come omaggio alla costellazione di Orione, al Bernstein autore delle Touches del 1981 e, finale d’effetto, alle poderose “Variazioni Eroica” di Beethoven.

Giovedì 22 Settembre, sempre al Teatro Niccolini (ore 21), il progetto “Building Bridges” porta per la prima volta nei cartelloni degli Amici della Musica la pianista inglese Mishka Rushdie Momen, nata a Londra, munita di un palmarès di tutto rispetto, che include vittorie e premi svariati al Concorso Pianistico Internazionale di Dublino (2015), al Concorso Pianistico Internazionale di Colonia e a quello di Dudley (2014), Formatasi alla Guildhall School of Music and Drama, allieva di Richard Goode, è stata invitata da András Schiff a partecipare alle lezioni estive al Festival Menuhin di Gstaad da lui tenute. Ha tenuto recital alla Barbican Hall di Londra, alla Bridgewater Hall di Manchester, a Leeds, e in importanti sale londinesi come la Queen Elisabeth Hall, la Royal Festival Hall, la Wigmore Hall. Per il suo debutto fiorentino, Mishka Rushdie Momen ha scelto un programma particolarmente impegnativo, aperto dalla ‘beethoveniana’ Fantasia KV 475 di Mozart e chiuso proprio da Beethoven, quello della Sonata op. 101, che guarda alle forme del passato rivisitandole con forte personalità; e nel mezzo accoglie la Sonata “1° Ottobre 1905” di Janáček (scritta dietro la forte impressione per l’uccisione di un giovane studente moravo da parte dell’esercito austriaco), e le poetiche Waldszenen di Schumann.

Terza classificata al Cleveland International Piano Competition (2016), l’ucraina Dinara Klinton è la protagonista dell’appuntamento di Venerdì 23 Settembre, ancora al Teatro Niccolini (ore 21). Da Scarlatti, al Beethoven della Sonata op.78, al desueto Čajkovskij dei Deux Morceaux op.10, fino al virtuosismo evocativo di alcuni Etudes d’exécution transcendante di Liszt trascolora in un vero e proprio crescendo il programma proposto da questa giovane pianista, diplomatasi di recente al Royal College of Music di Londra, dopo aver studiato anche al Conservatorio di Mosca con Elisso Virsaladze. Dinara Klinton ha ottenuto diversi premi in concorsi internazionali, tra i quali il BNDES International Piano Competition di Rio de Janeiro (2014), il Concorso Paderewski di Bygoszcz in Polonia (2013), il Concorso Busoni di Bolzano (2007). Si è esibita alle Royal Festival Hall e Cadogan Hall di Londra, alla Čajkovskij Concert Hall e alla Sala Grande del Conservatorio di Mosca, al Konzerthaus di Berlino e al Gewandhaus di Lipsia. Recente la sua incisione degli Studi Trascendentali di Liszt.

Biglietti:10 (interi), 8 (ridotti), 5 (Conservatori e Scuole di Musica)
Acquistabili presso: Amici della Musica Firenze (via Pier Capponi 41), Teatro della Pergola (via della Pergola 24), Box Office (via delle Vecchie Carceri 1) e Circuito Regionale Box Office, Dischi Fenice (via Santa Reparata 8).

Info: www.amicimusica.fi.it

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)