Sabato 23 Settembre 2017
Percorso > Home > Webzine > Musica

Musica

Separatore grafico
Separatore grafico
Rock'n Roll Night! Spettri & Norge in concerto alla Limonaia di Villa Strozzi a Firenze
[ 08-09-2017 ]

Venerdì 8 settembre 2017, dalle ore 21.15, alla Limonaia di Villa Strozzi a Firenze è in programma il doppio concerto degli Spettri & Norge.

Il gruppo degli Spettri nasce a Firenze nel 1964, in pieno fermento beat, e comprende: i fratelli Ugo e Raffaele Ponticiello (voce e chitarra), Giuliano Giunti (basso) e Ubaldo Paolanti (batteria), che presto viene sostituito da Mauro Sarti. ( poi membro fondatore dei Campo di Marte )
I primi anni beat vedono Gli Spettri incidere alcuni 45 giri, con uno stile che dal vivo aveva un impatto dirompente sul pubblico, visto anche che il gruppo è stato il primo a Firenze ad usare amplificatori per chitarra GRS da 100 watt, una potenza inaudita per l'epoca.
La svolta verso altre atmosfere musicali arriva proprio dal 1970, il beat è oramai un genere esaurito e nel repertorio dal vivo del gruppo, sotto l’influenza dei giovani arrivati : Stefano Melani e Vincenzo Ponticello compaiono cover di pezzi dell'ambito rock, si va dagli Iron Butterfly ai Deep Purple, passando per i Black Sabbath. Il nome perde l’articolo e diventa semplicemente SPETTRI.
In sala prove la band inizia a creare sessioni con composizioni originali sulla base di una nuova sensibilità sviluppatasi dall'ascolto dei dischi e gruppi che influenzavano i singoli musicisti, oltre ai già citati c'erano anche Colosseum, King Crimson, ELP, Pink Floyd e tutto quell'immaginario che solo dopo è stato classificato come “prog”, ma che all'epoca era identificato come “avanguardia”.
Il concept che il gruppo crea è davvero particolare, si sviluppa su testi scritti dal cantante Ugo Ponticiello, e narra di un uomo che attraverso una seduta spiritica ricerca se stesso, abbandonandosi alla metafisica e all'Aldilà per ricercare una ragione di vita, ma trovandosi solo a vivere un terribile e reale incubo, dove trova se stesso, ma abbrutito da tutti i mali della società moderna.
La parte musicale sviluppa una suite con un impianto di base rock, con chitarra elettrica, basso, batteria e organo Hammond, che coesistono in un sound che sa anche sperimentare.
La composizione diviene unico repertorio proposto dal vivo nei tantissimi concerti tenuti dalla band, nei maggiori festival pop, soprattutto tra Toscana e Lazio, al fianco dei maggiori gruppi esponenti del genere. “Spettri” vive una stagione molto creativa nel mondo della musica d’avanguardia suonando in vari festival a fianco di gruppi come “Jumbo”, “La vecchia locanda”, “La nuova idea”, ed anche con gli affermatissimi “New Trolls”, “Le orme” ed “Il Banco del Mutuo Soccorso”.
Questa suite venne composta nel 1971, ma registrata live soltanto nel 1972 in un unica sessione, e rimasta inedita fino ad oggi, per un disco che di fatto doveva uscire ma non vide mai la luce. Con la seconda metà degli anni '70, le nuove tendenze musicali, ed un sempre maggiore disinteresse del pubblico nei confronti di una musica colta e da ascolto, porterà il gruppo a trasformare le proprie scelte ed il progetto Spettri rimarrà in sospeso fino al 2011 quando, grazie a Paolo Strino, ( regista ed amico ) e Daniele Nuti ( giornalista radiofonico ed esperto musicale) finisce in mano alla Black Widow di Genova che lo pubblicherà con notevole successo su LP e CD. ( Spettri-BW records 2012) Nel 2013 la band decide di proseguire il percorso discografico iniziato con la pubblicazione del primo album e, supportati egregiamente da Black Widow, entrano in studio per completare l’opera iniziata quaranta anni prima. Nel 2014 esce“ 2973-MMCMLXXIII, la nemica dei ricordi”, il nuovo disco con un concept e un sound che riprendono la storia dalla fine del 1972.  

Norge è il gruppo che ha il merito di far rivivere nella sua cornice ideale, cioè dal vivo, la musica di quella che rimane, ancor oggi, una delle band più elettrizzante, potente ed originale della storia del rock.
Ad ogni concerto Francesco Bottai, Alex Raimondi, Jacopo Meille, Luca Raddi e James Henry Downes accettano di mettersi in gioco proponendo le canzoni che hanno reso immortale il mito degli Zeppelin e lasciandosi andare ad infuocate improvvisazioni nel più puro stile seventies.
Ogni sera, accanto ai classici quali Black Dog, Heartbreaker, Since I’ve Been Loving You, Stairway To Heaven e Whole Lotta Love i Norge attingono dal repertorio di Page, Plant, Jones e Bonham portando alla luce altre pietre miliari della discografia della band che, più di ogni altra, continua ad essere incredibilmente attuale, rendendo così ciascun concerto un evento unico ed irripetibile.
I Norge nascono nel lontano 1996 quando Elio Nencioni incontra Jacopo Meille. A loro si è unito Alex Raimondi alla batteria e, dopo vari avvicendamenti, la formazione si è completata con Luca Raddi alle tastiere e James Henry Downes al basso. Con questo organico la band è pronta ad accogliere la sfida di ricreare il feeling e lo spirito con cui i LED ZEPPELIN suonavano le loro canzoni dal vivo. Da quel lontano 1996 i NORGE hanno macinato date su date, registrato ben 4 CD registrati dal vivo, costruendosi una folta schiera di fans affezionati pronti, come la band stessa, a pagare il giusto tributo alla più grande rock band del ventesimo secolo. Ogni spettacolo dei NORGE è un evento a sé: la band ha come filosofia quella di mettersi sempre in gioco, cambiando ogni volta la scaletta e lasciandosi andare ad infuocate improvvisazioni, nel più puro stile seventies.

SPETTRI
Stefano Melani: Hammond, mellotron, piano, sinth
Vincenzo Ponticello: basso
Mauro Sarti: fiati, batteria
Raffaele Ponticello: chitarre
Matteo Biancalani: sax
Ugo Ponticello: voce

NORGE
Led Zeppelin Tribute Band
Francesco Bottai – chitarra
Jacopo Meille – voce
James Henry Downes – basso
Alex Raimondi – batteria
Luca Raddi – tastiere, armonica e cori

Ingresso: posto unico 10€.

Per informazioni: www.limonaiastrozzi.it

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)