Giovedì 19 Aprile 2018
Percorso > Home > Webzine > Musica

Musica

Separatore grafico
Separatore grafico
I prossimi appuntamenti musicali di Contempoartensemble a Le Murate PAC
[ 20-03-2018 ]

Martedì 20 marzo 2018, in collaborazione con le Murate - Progetti Arte Contemporanea (Sala Ketty La Rocca), vedrà il clarinettista Davide Bandieri con I Solisti di Contempoartensemble (Duccio Ceccanti violino, Vittorio Ceccanti violoncello e Matteo Fossi pianoforte) in un programma che affianca due giganti della musica del Novecento (Igor Stravinski, con la Suite da l’ Histoire du Soldat, e Paul Hindemith con il Quartetto per clarinetto, violino, violoncello e pianoforte) a due compositori contemporanei: Nicola Sani con A time for the evening ​"​una meditazione sul tempo, una fotografia in movimento che fissa gli istanti in cui il colore del giorno si muta in quello della sera, silenziosa, discreta, impetuosa, improvvisa…”​ (Aut.) ​e una prima assoluta di Ivan Vandor con il suo Otto brevi pezzi, compositore dal segno intimo e raccolto, capace di una dilatazione temporale-espressiva molto particolare.

Sempre alla Sala Ketty La Rocca, ​venerdì ​6 aprile il clarinettista Anton Dressler eseguirà sue composizioni con elementi d’improvvisazione e live electronics​ e​ su temi di Darius Milhaud, Dave Brubeck, Astor Piazzolla. Un viaggio emozionante fra improvvisazione e composizione, un connubio tra creatività e tecnologia, esplorando ed ampliando le possibilità dello strumento,  dalla voce sola alle rifrazioni polifoniche, tra grandi spazi sonori e giochi ritmici.

Il concerto d​i martedì 10 aprile, nella Sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi, è dedicato a Verdi: il Quartetto per archi in mi minore, celebre per l’iconoclastica fuga a chiudere il quarto movimento, pezzo legato a filo doppio con quello di Dall’Ongaro, compositore della scuola italiana del secondo novecento: Gilda, mia Gilda, melologo su testo di Vittorio Sermonti, con la voce di Sonia Bergamasco. E’ lo stesso compositore a spiegarci qualcosa di questa operazione: “non si tratta mica di rifare Rigoletto […] gareggiando col Maestro. Credo che nessuno sia così idiota. Si tratta invece di giocarci insieme, di prendere degli oggetti tanto familiari e passarli al setaccio. Portare Verdi nella tua officina. […] Raccontare Verdi smontandolo, fondendolo. Estrarre l’anima di una drammaturgia perfetta per ammirarne le molle, le viti, i bulloni.”
 
Per ulteriori informazioni: www.contempoartensemble.com - info@contempoartensemble.com

 

Torna al Menu della Rubrica


© Comune di Firenze - Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria 50122 FIRENZE - P.IVA 01307110484 - Posta Elettronica Certificata (PEC)